Lagopesole, Gerardi: "Vincere dove sono cresciuto è bellissimo" - I AM CALCIO POTENZA

Lagopesole, Gerardi: "Vincere dove sono cresciuto è bellissimo"

Antonello Gerardi
Antonello Gerardi
PotenzaPrima Categoria Girone A

L'ormai detto "nessuno è profeta in patria" è passato di moda. Antonello Gerardi torna a vincere un campionato esattamente dopo 10 anni nella "sua" Lagopesole. La prima e unica volta che vinse il campionato risale nell'altra frazione di Avigliano, a Possidente, nel 2011-12 quando all'esordio da allenatore riportò dopo un anno la formazione biancazzurra in Prima Categoria dopo la retrocessione nello spareggio di Abriola contro il Real Grumento per 2-1 ai tempi supplementari. Questa volta Gerardi invece riesce nell'impresa con una squadra formata da calciatori prevalentemente di Lagopesole e Filiano di far tornare la compagine del suo paese dopo 12 anni in Promozione nell'anno in cui la società festeggiava il 70esimo compleanno di fondazione. Ci sono voluti i calci di rigore per decidere la sfida contro il Pescopagano deciso dalla freddezza di Alex Coviello al Lorusso di Venosa per rincorrere il torneo cadetto regionale che mancava da diverso tempo nella frazione aviglianese. Squadra con maggiori giocatori portati in gol 15 su 20, imbattuta fuori casa, 31 punti conquistati su 33 disponibili nel girone di ritorno. Il tecnico castellano spiega da dove nasce il successo: "Alla fine del girone di andata dopo aver incontrato tutte le squadre e dopo aver perso lo scontro diretto eravamo quinti con una distanza di 8 punti dalla vetta. Sarebbe stata dura per tutti ed invece in quel momento anziché abbatterci ci siamo resi conto che potevamo comunque farcela. Sapevamo anche che, per poter recuperare il divario avremmo dovuto vincerle tutte. Da quel momento non abbiamo più guardato la classifica e consapevoli della nostra forza siamo andati avanti convinti di potercela fare. Non abbiamo mai perso la speranza credendoci sempre ed oggi siamo qui a raccontare questa grande annata - prosegue Gerardi - Dopo il pareggio del Pescopagano alla terzultima giornata a Rionero abbiamo rosicchiato altri 2 punti e con lo scontro diretto da giocare la domenica successiva sapevamo bene che con una vittoria in casa loro potevamo farcela". E' la terza promozione in carriera per Gerardi che descrive la gioia: "E' stata un emozione incredibile diversa da quella provata nella mia precedente esperienza a Brienza con il salto di categoria in Eccellenza e della vittoria della Coppa Italia Regionale. Però vincere nel mio paese dove sono cresciuto è bellissimo. Devo ammettere che mi sentivo in debito con questa società. Non ho mai dato da calciatore il mio apporto se non per poco e l'ho capito troppo tardi, ma ero ragazzo e molte cose non si capiscono. Con questa vittoria spero di aver ripagato le mie mancanze avute da calciatore. - continua l'allenatore gialloblu - Ho sempre lavorato cercando di raggiungere gli obiettivi prefissati ad inizio anno. Qui a Lagopesole l'obiettivo dopo anni di buon lavoro svolti in precedenza era il salto di categoria cercando di recuperare il più possibile ragazzi del posto. Siamo riusciti nell'intento con la vittoria del campionato e gran parte del gruppo squadra composto da ragazzi del posto. E' stato un campionato molto equilibrato almeno inizialmente con 5 squadre su tutte. Aggiungo alle 3 arrivate il Pietragalla e il Rapolla Calcio in quanto per gli organici a disposizione erano state costruite per vincere. ma non hanno avuto la nostra stessa continuità. - conclude Gerardi - Lasciatemi ringraziare infine tutti i ragazzi e la società con a capo il presidente Rocco Coviello. Senza di loro e senza i loro sacrifici in campo e fuori dal campo tutto questo nn sarebbe potuto accadere".

Biagio Bianculli

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche