Melfi, Navazio: "Non volevamo fermarci alla finale ma è stato bello" - I AM CALCIO POTENZA

Melfi, Navazio: "Non volevamo fermarci alla finale ma è stato bello"

Lorenzo Navazio
Lorenzo Navazio
PotenzaEccellenza

Il rammarico è stato tanto. La delusione post-finale deve essere ancora smaltita. Però il presidente del Melfi Lorenzo Navazio è rimasto soddisfatto dell'intera annata e della Coppa Italia portata a casa. Tra la mancata qualificazione agli spareggi nazionali di domenica e il campionato appena trascorso il massimo dirigente federiciano ha voluto ringraziare tutto l'ambiente gialloverde: "E’ finita in un modo che non volevamo, ma non tutto nella vita arriva come vuoi. Mi dispiace aver deluso più di qualcuno che credeva in noi. Non volevo che finisse domenica sia per la vittoria ma anche perché salutare i miei ragazzi in questo modo veloce e post delusione mi ha fatto male. Proprio così, è stato un anno strano, alla fine sono stati proprio loro che mi hanno supportato. Mi sono affezionato un po’ a tutti, domenica ci siamo svegliati dal nostro sogno in cui ci credevamo. Mi rendo conto di aver vinto lo stesso, perché insieme abbiamo creato e ampliato la famiglia gialloverde. Il mio primo discorso ad inizio anno era mirato e creare una famiglia prima di creare lo spogliatoio e questi ragazzi ci sono riusciti. Abbiamo portato a casa un trofeo che mancava da tanto tempo a Melfi e volevamo andare avanti nonostante i mille problemi e mille difficoltà. Non pensavo fosse così bello fare calcio, non è solo qualcosa di superficiale ed economico ma ci sono le giuste emozioni che ti regala e le grandi soddisfazioni. Quest'anno la mia famiglia è aumentata con loro perché ognuno di loro mi ha regalato qualcosa che difficilmente si cancellerà. Ringrazio il mister Destino che con saggezza e professionalità ha saputo far quadrare tutto, dentro e fuori dal campo. Ringrazio il direttore sportivo, l'Avvocato Michele Riccio, perché tante emozioni e legami li devo a lui, una persona che conosce il calcio e soprattutto gli animi dei giocatori. Ringrazio Antonio Lallo persona umile, onesta e buona al quale puoi affidare davvero una squadra in trasferta (anche se la notte prima non dormiva). Ringrazio Emilio Fidanzio perché mi è stato vicino nei momenti belli e in quelli brutti e perché un sorriso me lo "spunta" sempre. Ringrazio lo staff medico e quello tecnico. Ringrazio i magazzinieri, Tonino e Antonio D'Anghela che oltre a lavorare ci mettono il cuore. Ringrazio il nostro main sponsor Cementi Costantinopoli e tutta la famiglia Rabasco che come ogni anno ha a cuore la causa gialloverde e crede con noi. Ringrazio tutti gli altri sponsor minori che amano questa città e hanno creduto in me. Grazie al nostro telecronista Matteo Colucci e la troupe di Spazio Melfi che con il cuore e con passione hanno regalato ai melfitani la gioia di seguirci anche a distanza. Grazie a Mathias che oltre ad essere un tifoso e amico dei giocatori ha saputo con professionalità gestire i nostri social e anche sotto la pioggia ha saputo con la sua musica rendere unica ogni partita in casa. Grazie a Michael Logrippo che con appuntamento fisso ha intervistato i nostri, grazie a Mauro Venezia che ha fatto rinascere il nostro sito web che dopo anni è di nuovo online e super aggiornato, grazie a tutti gli addetti stampa. Ringrazio i tifosi e gli ultras della città di Melfi che oltre al risultato non perdono mai speranze e ci sostengono sempre. Si poteva fare sicuramente meglio, ma voglio per una volta essere soddisfatto di quanto fatto, di aver unito persone sconosciute fra loro e dopo 8 mesi aver creato una famiglia, un legame che grazie al Melfi è stato possibile. Forza Melfi sempre. Uniti si vince".

Biagio Bianculli

Leggi altre notizie:MELFI Eccellenza