AMARCORD - Correva la stagione 2010-11: l'Oppido fa il bis di trofei - I AM CALCIO POTENZA

AMARCORD - Correva la stagione 2010-11: l'Oppido fa il bis di trofei

Torta, spumanti e trofei per festeggiare
Torta, spumanti e trofei per festeggiare
PotenzaAmarcord

Il destino ha scelto una data particolare per la comunità di Oppido. E' il 1° maggio 2011, nel giorno della festa dei lavoratori, per conquistare il primo accesso alla serie D. Dopo la conquista della Coppa Italia avvenuta il 29 dicembre, bisognava soltanto chiudere i giochi contro il Picerno per tagliare uno storico traguardo. E' un tris ai picernesi davanti a un popolo biancoverde che riempe in ogni ordine di posto lo stadio per rendere merito ai successi dell'Angelo Cristofaro. La favola è il completamento di due campionati precedenti dove il tecnico Manniello erano arrivati secondi dietro alle forti Pisticci (2008-09) e Fortis Murgia Irsina (2009-10) e il merito del decisivo salto di categoria.

L'ANGELO CRISTOFARO OPPIDO CONQUISTA CAMPIONATO E COPPA

Alla prima giornata doppio Campisano e Vaccaro permettono di espugnare subito Miglionico. Poi alla seconda c'è l'insidioso derby interno contro il neopromosso Pietragalla. I galletti vanno due volte in vantaggio con Piacenza, intervallati dal pareggio di Antonello Leone. Però nel finale di gara si scatena Grieco: all'81' impatta su rigore e al 93' regala i tre punti. La domenica successiva arriva però il ko più pesante del campionato: il 3-1 a Viggiano. La formazione di De Stefano gioca una gara perfetta, studiata nei minimi particolari, con Notarfrancesco che sigla una doppietta in 33' e Altieri che dagli undici metri firma il tris ad un minuto dall'intervallo. Grieco per gli altobradanici realizza a 2' dal termine il gol della bandiera. L'Angelo Cristofaro Oppido riparte con una vittoria a domicilio di misura sul Potenza Sc con il guizzo di Alfonso. Successivamente arrivano due stop negli scontri diretti: 0-0 a Monte San Giacomo contro il Gr Valdiano e il ko tra le mura amiche per 2-3 contro la Murese. Gli uomini di Manniello riprendono la marcia a Rionero con un 1-3 targato Alfonso, Grieco e Colangelo. I biancoverdi vanificano però il ritorno ai tre punti la settimana dopo quando vengono raggiunti al 94' dal Policoro con Giannini che risponde al vantaggio di Vaccaro. Alla decima giornata arriva il riposo ed è propizio. Al rientro in campo c'è il derby di sempre al San Rocco contro il Real Tolve: la sfida finisce 1-1 con Cacace che apre e Campisano che agguanta il pari. Da quel momento in poi gli altrobradanici conquistano cinque vittorie di fila fino alla sosta: 4-1 al Borussia Pleiade, 1-3 a San Gregorio Magno contro il Comprensorio Tanagro, 1-0 al Moliterno, 1-4 a Picerno e 3-2 all'Atella Monticchio con Antonello Leone che mette a segno il gol partita all'85'. Nel periodo delle feste natalizie c'è il primo trofeo stagionale da mettere in bacheca: è quello della Coppa Italia. E' il 29 dicembre 2010 quando al Viviani c'è la finale contro il Comprensorio Tanagro. Campisano sblocca subito l'incontro al 12' e poi al 63' lo stesso centravanti biancoverde raddoppia. Nove minuti dopo Grieco triplica i conti dal dischetto e successivamente al 76' Falivena clamorosamente da centrocampo beffa il proprio portiere. Il Comprensorio Tanagro mette a referto l'unica marcatura dell'incontro con Matrone al 91' per rendere meno amaro il passivo. L'Angelo Cristofaro Oppido è campione della Coppa Italia regionale per la seconda volta dopo il titolo conquistato 15 anni prima contro lo Sporting Villa d'Agri. E' la partita della svolta dove Manniello e i suoi ragazzi capiscono che sono i più forti del campionato. In campionato gli altobradanici rientrano il 5 gennaio con un successo a Ferrandina al 92' targato Campisano laureandosi campioni di inverno. Quattro giorni dopo rifilano un altro tris al Miglionico come all'andata. Poi arriva la sconfitta nel derby di Pietragalla decisa da un rigore di Astudillo. Il ko sembra frenare l'Angelo Cristofaro Oppido che non va oltre il pari casalingo la settimana successiva contro il Viggiano: sblocca Altieri, la riprende Grieco. I biancoverdi però riprendono a vincere al Viviani contro il Potenza Sc con gli stessi marcatori della finale: doppio Campisano e Grieco. Nel big match della domenica seguente è clamoroso il 7-0 al Gr Valdiano. Dopo l'immediato vantaggio di Campisano, c'è un lancio lungo per Grieco ma Radesca pasticcia malamente sbagliando il tempo d’uscita e falciando Grieco ormai lanciato a rete; per Nappo non ci sono dubbi: calcio di rigore e cartellino rosso per l’estremo difensore ospite. Masullo è costretto a togliere Spinelli e inserire La Rocca tra i pali; dal dischetto, però, Grieco spiazza il secondo portiere campano ma centra il palo alla sua sinistra. Sotto di un gol e anche di un uomo, il Gr Valdiano prova a pungere ma al 24’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, La Rocca è provvidenziale sull’incornata ravvicinata di Santagata. Al 30’, Novielli è bravissimo a mettere in angolo un pericoloso tiro-cross di Pascuzzo destinato all’angolino alto. Scampato il pericolo, l'Angelo Crisfofaro Oppido raddoppia ancora Campisano e mette la gara in cassaforte con le realizzazioni dei gemelli Antonello e Giampiero Leone, Grieco e doppio Colangelo. A Muro l'Oppido si blocca sullo 0-0 e ritorna a vincere in casa per 3-2 contro la Vultur. Segue il successo all'inglese nel finale a Policoro con Volturno che schioda il punteggio su rigore all'83' e Grieco che la chiude al 90. Nella giornata successiva riposa e al ritorno in campo giunge il ko ad Avigliano con la firma di Petilli. L'Angelo Cristofaro Oppido si riprende subito con tre vittorie di fila: Real Tolve (5-2), Borussia Pleiade (1-3 a Policoro), 1-0 al Comprensorio Tanagro. Prima della sosta pasquale è 0-0 contro il Moliterno e i festeggiamenti sono rinviati al 1° maggio 2011. E' il giorno storico per la città di Oppido. Antonello Leone inizia al 14', Grieco lo segue al 25', poi il Picerno accorcia con Tripaldi al 49' e Stefanile al 59' chiude i giochi. Con turni d'anticipo l'Angelo Cristofaro è in serie D. Le ultime due gare vengono chiuse dalla squadra di Manniello con il successo di Atella per 1-2 che permette di allungare sullo stesso di undici punti di vantaggio e con la sconfitta per 2-3 dopo essere andati sul doppio vantaggio contro il Ferrandina al 91', che però retrocede lo stesso.

LA ROSA DELL'ANGELO CRISTOFARO OPPIDO

PRESIDENTE: Nino Mancuso

ALLENATORE: Donato Manniello

GIOCATORI: Novielli, Fusco, D. Maglione, R. Maglione, D. Manniello, A. Leone, Alfonso, C. Provenzale, R. Provenzale, Volturno, G. Leone, Vaccaro, Campisano, Colangelo, Grieco, F. Manniello, Santagata, Ciuffreda, Giganti, Lacetera, Stefanile.

Biagio Bianculli

Leggi altre notizie:OPPIDO Amarcord