Paternicum, Coviello: "Non ci sono gare semplici Bisogna sudare" - I AM CALCIO POTENZA

Paternicum, Coviello: "Non ci sono gare semplici Bisogna sudare"

Il ds del Paternicum Leonardo Coviello
Il ds del Paternicum Leonardo Coviello
PotenzaPromozione

Dopo un inizio di campionato non semplice, il Paternicum con tre vittorie di fila è a due punti dalla vetta e contemporaneamente in semifinale di Coppa Italia. Alla vigilia di una settimana importante, dove ci sarà prima la gara intera con l'Avigliano, e poi l'altra casalinga dell'andata della competizione della coccarda contro l'Oraziana Venosa, facciamo il punto della situazione con il direttore sportivo Leonardo Coviello. "Non mi aspettavo di essere subito vicino alla vetta dopo un inizio non brillante, ma lo abbiamo meritato perché vincere tre gare di fila non è mai facile. Non erano gare semplici e poi abbiamo giocato anche le due gare di coppa. Se si pensa che abbiamo giocato un derby a Viggiano e un'altra impegnativa trasferta a Roccanova contro la Santarcangiolese, non posso che essere soddisfatto. - continua il ds rossoblu - San Cataldo e Tito rispetto a noi hanno avuto un avvio più abbordabile del nostro sia per il calendario meno impegantivo sia perché non hanno stravolto la squadra, entrambe con la base di circa 9 undicesimi dello scorso campionato, quindi un gruppo già compatto". Coviello prosegue poi sulla Coppa Italia e sull'idea del campionato di vertice: "Ci aspettiamo delle difficoltà, non avremo la rosa al completo considerato che il mercoledì tutti ragazzi  lavorano, ma sono sicuro che chi scenderà in campo darà il massimo pervincere, dobbiamo affrontare la gara con la massima concentrazione e dobbiamo stare attenti a non commettere errori ed esporci a contropiedi dove la formazione del ds Caggianelli può farci male. - sottolinea Coviello - L'idea di puntare all'Eccellenza è nata già lo scorso campionato.  Basti pensare che con una rosa molto più debole di quella attuale arrivammo piazzati dietro corazzate come Atletico Lauria e Brienza giocandocela a viso aperto anche contro di loro  e piazzandoci al quarto posto che ci stava anche un po' stretto. Sapevamo che lo scorso campionato era difficile salire ma decidemmo comunque di provarci approdando ai play-off dove con un po' di fortuna in più e qualche torto arbitrale in meno avremmo disputato anche la finale contro il Brienza e poi chi lo sa come sarebbe potuta andar a finire". La conclusione è sul torneo finora sul filo dell'equilibrio: "Penso che il campionato quest'anno sarebbe stato equilibrato anche con la presenza delle neopromesse. Il girone è finalmente da 16 e le squadre sono più organizzate ma soprattutto ci sono trasferte dure e non scontate che lo scorso campionato non c'erano. Banzi, Montalbano, Marconia, Rapone e lo stesso Marmo Platano non sono squadre dove vai ad affrontarle in trasferta e vinci facile. Bisogna sudarsi tutte le gare e soprattutto non ci sono formazioni che si scansano. A dicembre affronterò la sessione di mercato con molta tranquillità consultandomi con allenatore e i dirigenti Bertucci e Votta valutando prima la situazione infortunati e poi vedendo se questa squadra abbia realmente ancora bisogno di qualcosa".

Biagio Bianculli

Leggi altre notizie:PATERNICUM Promozione