Lavello, Volini: "Spero di ripagare la fiducia dei dirigenti" - I AM CALCIO POTENZA

Lavello, Volini: "Spero di ripagare la fiducia dei dirigenti"

Alberigo Volini
Alberigo Volini
PotenzaEccellenza

"Ho scelto il Lavello perchè è stata la società che mi ha cercato con più insistenza, perché è una grande piazza. Non mi piace fare proclami, le vittorie si costruscono nel tempo e con il lavoro, quello che adesso posso dire è che ce la metterò tutta per ripagare la fiducia del presidente Fabrizio Tenore, del direttore generale Anthony Pace e del direttore sportivo Angelo Mastroberti e che faremo un campionato di vertice". Sono queste le prime parole da allenatore del Lavello di Alberigo Volini: vola basso il tecnico potentino anche se uno come lui non soffre di vertigini dopo essere stato in testa in tutte e tre le competizioni con il Grumentum. Dal biancazzurro al gialloverde, gli stessi colori che hanno scelto Ambrosecchia, Marra, Mastroberti e Sambataro, i quali hanno deciso di seguire il tecnico nella sua nuova avventura nel Vulture-Melfese. Il chiaro segnale che almeno sull'intelaiatura base, Volini vuole partire con le idee chiare e con i suoi punti di riferimento tattici. "Tra di noi - afferma Volini - si è instaurato un rapporto talmente speciale al punto di intraprendere lo stesso percorso, ma al Lavello c’erano e ci sono altri ottimi calciatori e in base a queste riconferme stiamo cercando di mettere attorno i tasselli giusti. Per quanto riguarda gli under ci sono molti ragazzi interessanti del posto e cercheremo di valorizzarli". La sfida alla Vultur è già cominciata a colpi di mercato. "Rionero è una piazza importante, in comune con Lavello c’è una grande tifoseria e un entusiasmo contagioso, sono stati abbastanza chiari nel voler fare il salto di categoria e del resto i nomi dei giocatori la dicono lunga, ma non sappiamo ancora la collocazione del Matera e del Rotonda che vanno inserite nel gruppetto delle squadre da battere". Al mister Volini ruba la scena Vittorio Sambataro che ha una dedica speciale per Mastroberti: "E’ il mio padre sportivo, questo è il mio quarto anno con lui che ha sempre creduto in me anche quando le cose non andavano benissimo. Volini mi ha fatto crescere caratterialmente, sono felice di lavorare ancora con lui. Spero di ripagare la fiducia della società sul campo, quando mi hanno contattato la prima volta mi hanno fatto sentire subito un giocatore importante e lo stesso devo dire per i tifosi che mi hanno già scritto per darmi il benvenuto. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura e di dare il mio contributo a riportare il Lavello sui palcoscenici che merita".

Nicola Signoretti

La Redazione

Leggi altre notizie:LAVELLO Eccellenza