Premio Franco Mancini, al via la seconda edizione sabato 1 giugno

Franco Mancini
Franco Mancini

Sabato primo giugno a Matera, al via la seconda edizione del Premio Franco Mancini, un evento che accomuna il movimento calcistico della Basilicata. La manifestazione sportiva, con la presenza dei massimi esponenti del movimento calcistico regionale, degli amministratori locali e della famiglia Mancini, diventa un punto di incontro tra l'aspetto tecnico ed il buon operato degli addetti ai lavori, ritenuti come esempio per il miglioramento della pratica calcistica della nostra regione. Il cerimoniale che si terrà presso l'Hotel Nazionale (via nazionale 158/a di Matera) a partire dalle ore 18, sarà dedicato alla consegna di riconoscimenti indirizzati a figure di alto profilo, distintesi per il proprio operato nella stagione in corso e nell'arco della loro carriera: Ferretto Ferretti, docente storico della Scuola Allenatori di Coverciano e direttore della rivista Il Nuovo Calcio, quale riferimento assoluto della formazione degli allenatori; Stefano Bonaccorso, responsabile da oltre un decennio della formazione giovanile dei talenti dell'Atalanta Calcio; Mario Pafundi, stretto collaboratore di Pep Guardiola al Manchester City; Nicola Ventra, che dopo aver lavorato al fianco di Mr Fabio Capello e del dg Franco Baldini alla corte della The FA (the English Football Association), oggi è il General Manager di un club di Premiere League portoghese: il Cd Tondela. Altri riconoscimenti saranno consegnati al dg Enzo Mitro dell'Az Picerno ed al presidente Antonio Petraglia del Grumentum Val d'Agri, per aver costruito dal basso percorsi di successo nei loro club fino a portarle nei campionati nazionali di Lega Pro e Lnd. Per il prezioso impegno quotidiano dei dirigenti federali a supporto del nostro calcio, saranno premiati Enzo Gallipoli presidente Aia Basilicata, Carlo Ottavio responsabile Sgs Figc Basilicata e Giuseppe Comanda delegato Figc Lnd di Matera. Altri riconoscenti saranno consegnati a Rocco Galasso vice presidente Adise, Antonio Trovato Aic e Pasquale Dattoli segretario Aiac Matera per la sua fedeltà associativa ultraquarantennale. Ed ancora riconoscimenti per la Matera Calcio Story e la sua preziosa opera di recupero della memoria sportiva della città, oltre che per la Matera Sport Academy per il suo progetto di aggregazione delle sue espressioni sportive contemporanee. Saranno premiate anche le testate online come la storica AcroCalcio di Antonio Croglia, la BordoCampo.net di Antonio Vuolo e la Calcio Giovanile della Basilicata di Marcello Milazzo per la preziosa e puntuale opera di informazione fornita al nostro movimento calcistico regionale. Per i tecnici, i riconoscimenti saranno consegnati per i meriti sportivi conseguiti sul campo da Fabio Caserta per la promozione diretta in Serie B con la Juve Stabia, da Ranko Lazic per l'operato straordinario e pluriennale con il suo Fc Francavilla in serie D, Michele Paterino per la carriera, Tonio Chisena, Antonio D'Onofrio, Lino Gesualdi, Luigi Di Biase e Antonio Petracca per la vittoria dei rispettivi campionati. Uno speciale riconoscimento sarà consegnato ai tecnici che saranno votati al termine di uno speciale sondaggio online che ne sancirà il gradimento ricevuto dai colleghi, dagli addetti ai lavori e dagli appassionati. Per l'aspetto prettamente tecnico della manifestazione, il Premio Franco Mancini accoglierà i tecnici provenienti da tutta la regione in un workshop dedicato che si terrà presso il Centro Sportivo Gaetano Scirea di Matera (strada statale 7) dalle ore 9.30 fino alle 17.30. I temi trattati da relatori prestigiosi, saranno la metodologia dell'allenamento, il calcio giovanile ed altri contenuti tecnico tattici provenienti dall'esperienza di successo di Prime Squadre.

Programma del workshop:"la Performance ed il Modello Prestativo del Calcio" a cura di Ferretto Ferretti.

"La difesa della palla" a cura di Stefano Bonaccorso.

"La filosofia di calcio e le soluzioni tattiche della Juvestabia" a cura di Fabio Caserta.

"Le contrapposizioni tattiche del 1433 del Fc Francavilla" a cura di Ranko Lazic.

La Redazione