Il Grumentum a 6 punti dalla D Lavello dice addio ai sogni di gloria

Il Melfi ieri di scena a Ripacandida
Il Melfi ieri di scena a Ripacandida

Il Grumentum Val d'Agri è oramai in serie D. Manca soltanto la certezza aritmetica ma con sei punti da ottenere nelle ultime quattro giornate è cosa fatta. Con il successo a Muro Lucano e la contemporanea sconfitta del Lavello a Pisticci, i punti di vantaggio della formazione di Volini su quella ofantina sono allungati ad otto. Nel testacoda di giornata la capolista si è imposta di misura sul fanalino di coda Murese (Iacullo su rigore e Glorioso) con Lobosco, Possidente e Falco. La più immediata inseguitrice viene piegata di rigore dal Real Metapontino che con Albano conquista la nona vittoria nelle ultime dieci partite e può ancora credere nei play-off se mercoledì dovesse vincere il recupero ad Avigliano. Di buono per la compagine lavellese sono i pareggi di Melfi e Vultur rispettivamente a Ripacandida e Montescaglioso. I federiciani non vanno oltre lo 0-0 al San Donatello, mentre i rioneresi devono riprendere due volte i padroni di casa (Varisco e Grittani) con Larotonda e Criscuolo, sbagliando al 92' un rigore con Marino che poteva valere i tre punti e il terzo posto in classifica. Il Real Senise ha le polvere bagnate e contro il Ferrandina impatta a regi inviolate. Il Moliterno supera il Pomarico con un penalty di Appella ed è a due punti dall'aritmetica salvezza. Colpo permanenza del Real Tolve che con la doppietta di Armento (primo gol su rigore) vanifica il momentaneo pareggio del Policoro con Kandji. Tre punti di platino per il Latronico che allunga di sette lunghezze sull'ultimo posto espugnando Avigliano con Giudice e De Muto.

Biagio Bianculli