Coppa Italia Promozione, il plauso di Rinaldi alle finaliste

Il capitano Di Vincenzo alza la coppa
Il capitano Di Vincenzo alza la coppa

TITO – Dopo il triplice fischio finale dell’arbitro Rago in campo a Tito scoppia la festa. E’ il Brienza ad esultare per il primo traguardo stagionale raggiunto, mentre in casa Atletico Lauria la delusione per un trofeo svanito nei minuti di recupero del match, viene solo parzialmente mitigata dalla possibilità molto concreta di vincere il campionato di Promozione.

A fine partita sono state raccolte le impressioni del presidente del Cr Basilicata, Piero Rinaldi: “Sono contento che sia andato tutto bene – dice -, anche il pubblico ha costituito una bella cornice non dando luogo ad intemperanze. Partita sostanzialmente maschia ma anche equilibrata e corretta tranne trascurabili episodi che però in un confronto agonistico ci possono stare. Siamo soddisfatti di aver fatto disputare questa finale che dico sempre è stata voluta da noi visto che, istituendola, abbiamo voluto dare più visibilità al campionato di Promozione separando la competizione da quella dell’Eccellenza”.

Plauso per quanto vissuto a Tito anche dalla famiglia di Mauro Tartaglia, a cui è intitolata la Coppa. Il figlio Nicola Tartaglia commenta: “Innanzitutto voglio ringraziare il presidente Rinaldi e la Lnd per la sensibilità avuta da sempre nei confronti di mio padre e della mia famiglia. Abbiamo assistito a una partita maschia, molto dura ma sempre corretta. Devo dire che spero che l’esempio di mio padre come educatore serva a questi giovani per un futuro soprattutto lavorativo nella nostra regione. Mi auguro che i giovani protagonisti di questa giornata possano trovare il loro futuro nella loro terra”.

Fonte Ufficio Stampa Cr Basilicata

Biagio Bianculli

Leggi altre notizie:ATLETICO LAURIA