Lavello e Grumentum si avvicinano al Melfi Vultur tagliata dalla corsa

Il Grumentum vittorioso ieri a Rionero
Il Grumentum vittorioso ieri a Rionero

Adesso è a caccia aperta alla capolista Melfi. Lavello e Grumentum Val d'Agri hanno ridotto a quattro le lunghezze di distanza dalla vetta ed intendono inseguirla dopo i big match vinti nel weekend. Sul neutro di Venosa gli ofantini hanno violato l'imbattibilità dei federiciani nel finale di primo tempo con Gerardi e Alassani, prima che accorciassero a due minuti dal termine con Falanga. I valdagrini hanno sbancato Rionero con i "giustizieri" della Coppa Italia Sambataro (all'andata con una doppietta nell'1-4 del Corona) e Milano (al ritorno per il 3-2 definitivo al Cupolo) che eliminarono la Vultur (rimasta in dieci da inizio ripresa per il rosso estratto all'ex Criscuolo), riscattando così la clamorosa sconfitta dell'andata (da 2-0 a 2-3). Perde terreno dal secondo posto il Real Senise che non riesce mai a vincere contro il Moliterno in trasferta (1-1 a Viggiano nel 2017 e 1-1 al Venezia nel 2018) impattando a reti inviolate sul neutro di Sarconi e scivolando a dieci punti dalla coppia Lavello-Grumentum Val d'Agri: al momento la formazione sinnica non disputerebbe i play-off. Domenica prossima al Rossi è già gara da dentro o fuori contro i cavalieri valligiani. Secondo successo consecutivo del Real Tolve che espugna con una rete per tempo Montescaglioso con Gerardo Vaccaro '96 e Calderoli (tre gol in due partite). Affermazione di misura per il Real Metapontino che piega il Policoro nel derby con un rigore di Albano. Il secondo hurrà in zona Cesarini ha permesso al Ripacandida di passare dall'ultima alla quartultima posizione: dopo aver castigato il Moliterno nell'extratime con Stante, compie la rimonta al Rigamonti con la doppietta di Di Tolve che al 93' permette di superare la Murese, che aveva sbloccato la gara con Maiorano dopo soli trecento secondi. Rinviate per neve Avigliano-Ferrandina e Latronico-Pomarico.

Biagio Bianculli