Il Rotonda di scena a Roccella contro il Locri con la novità Silletti

Rotonda chiamato al riscatto
Rotonda chiamato al riscatto

La via crucis del Rotonda oggi fa tappa a Roccella Jonica dove la squadra biancoverde reduce da 4 ko di fila, ha l'arduo compito di riprendere la marcia contro il Locri secondo in classifica. Non è e non sarà mai una gara da ultima spiaggia per Carmine Pugliese che è stato riconfermato fino a stagione dal patron Franco Bruno: "giù le mani da Pugliese, è l'unico che può sedersi su questa panchina" aveva tuonato all'indomani del derby contro il Castrovillari. Il tecnico ha lavorato soprattutto sulla testa dei ragazzi senza tralasciare gli aspetti tecnici, perché in questo momento il problema del Rotonda è proprio la condizione psicologica. La paura è il primo nemico da sconfiggere in questo momento, quattro sconfitte possono avere sicuramente minato la serenità e le certezze di un gruppo che per cementarsi ha deciso di andare a cena giovedì. A unirsi ai compagni c'era anche Marcio Barbosa che neanche contro i calabresi potrà esordire, la società non ha ancora ricevuto il transfert. Con Karamoko fuori causa, ne avrà per un bel po', e la telenovela del brasiliano che non è ancora finita, la società si è cautelata con il tesseramento dello svincolato Enrico Silletti. Il difensore centrale classe 1997, 33 presenze nella scorsa stagione con il San Severo, figura già nella lista dei convocati del tecnico ma è altamente improbabile soprattutto in un momento come questo che Pugliese rischi un giocatore fermo da qualche mese. Scelte obbligate quindi in difesa, salgono così le quotazioni della coppia Demoleon-Cossu e anche quelle di Gentile che si è allenato a pieno regime ed è pronto a riprendersi la fascia da capitano e il suo posto a centrocampo. Tra gli undici titolari dovrebbero rivedersi Santamaria e Alassani: l'esterno tarantino era stato tenuto precauzionalmente in panchina nel derby del Pollino, scelta tecnica invece per quanto riguarda il togolese. In attacco, aspettando Mathieu Manset che potrebbe essere il prossimo svincolato ad accasarsi con il Rotonda, voglia di gol e di riscatto per la coppia sudamericana Flores-Trecarichi che deve farsi perdonare l'errore dal dischetto di domenica scorsa. Questo il pensiero dei due tecnici alla vigilia del match. Umberto Scorrano chiede ai suoi di evitare errori di concentrazione: "Domenica dopo l'1-1 ci siamo rilassati, la squadra si è adagiata sulle giocate che ha fatto. Peccato perché fino a quel momento i ragazzi avevano fatto una buona prestazione, oggi questo non deve succedere". Due neopromosse con stati d'animo agli antipodi, ma Scorrano non si fida del Rotonda. E' una squadra molto fisica con delle individualità interessanti come Trecarichi e Alassani. E' una squadra che può fare male, ho detto ai ragazzi di non sottovalutarla e poi conosco bene le qualità di Pugliese che ho avuto come allenatore". Di concentrazione massima ha parlato anche il tecnico dei lucani. "Prima o poi il vento cambierà, nonostante il momento dobbiamo stare sul pezzo per tutta la partita ed evitare quei black out che abbiamo avuto ultimamente. Dobbiamo avere la continuità nei 90 minuti, ci è mancata anche questa".

Nicola Signoretti

La Redazione

Leggi altre notizie:ROTONDA