Vitalba, il sole tramonta I dirigenti si dimettono in blocco

Dopo 27 anni si chiude un ciclo
Dopo 27 anni si chiude un ciclo

Dopo ben 27 anni, anche il sole sorridente, che rappresenta con il logo l’unione sportiva dilettantistica Vitalba, volge ormai al tramonto. Un progetto sportivo nato per gioco da un gruppo di amici accomunati da una sola passione, quella per il calcio, sta per terminare. Di strada ne abbiamo fatta tanta, siamo partiti dalla terza categoria fino ad arrivare nell’ultimo decennio ai vertici del calcio regionale, confermando per il quinto anno consecutivo la permanenza nella massima categoria regionale “Eccellenza”. Sono molteplici le problematiche e le motivazioni che ci hanno accompagnato nell’ultimo periodo a questa sofferta decisione, pur sapendo ogni anno quali fossero gli ostacoli da superare, siamo sempre ripartiti ad inizio stagione con la stessa motivazione ed impegno che ci ha contraddistinto da sempre, conquistando quella tradizione calcistica che da un bel po’ di anni è un vanto indiscusso per la comunità e perché no, punto di riferimento in tutta l’area limitrofa, con un pizzico di invidia di altre realtà sportive vicine. I sacrifici, l’impegno, la passione, il coinvolgimento allargato, ha cercato di dar lustro e maggiore visibilità all’intera comunità Filianese conosciuta nella Regione solamente per il “Pecorino Dop”, cercando in tutti i modi di concretizzare le aspettative che nel corso degli anni sono maturate. Nonostante le enormi difficoltà affrontate, questa dirigenza è sempre riuscita a far fronte alle difficoltà economiche, organizzative, strutturali che sono sorte via via. Un impegno che soltanto chi ci sta dentro riesce a capire, 365 giorni all'anno per 7 giorni su sette, comprese soprattutto le domeniche, che tanto si attendevano con ansia e gioia, pronti a ripartire il lunedì successivo nonostante magari una sonora sconfitta maturata nella domenica precedente. Nel corso degli anni si è dato vita anche al settore giovanile, che parallelamente con la prima squadra ha dato l’opportunità a tanti ragazzi locali e non di avvicinarsi a questo sport, in tutte le categorie, dai primi calci fino al settore juniores con il coronamento della vittoria del campionato nella scorsa stagione, sino ad arrivare ad 80 iscritti diventando linfa vitale, creando aggregazione attaccamento e stimoli nuovi per la nostra comunità. E’ opportuno ricordare inoltre che la nostra società sportiva è stata l’unica ad aderire, credere e far parte della “Consulta delle Associazioni” nata recentemente, creando sinergie nelle attività ludico-ricreative, sposando un progetto sociale su larga scala. Nonostante tutto, negli ultimi anni abbiamo riscontrato, man mano, una disaffezione generale verso la USD Vitalba, pur militando nella massima categoria con un settore giovanile fiorente, poca vicinanza nelle gare interne perché forse distratti dalla Pay TV, totale assenza nelle trasferte, anche in quelle meno proibitive. Un capitolo a se, non meno importante, è stato la chiusura della scuola calcio nell’annata scorsa, che ha rappresentato un vero e proprio fallimento di quanto costruito negli anni precedenti, con un minimo di impegno e di solerzia, di coloro che l’hanno avviata e gestita sino ad ora, si sarebbe potuto ovviare al danno. E’ presente in ogni caso un forte dispiacere per la poca vicinanza mostrata, nonostante i numerosi appelli, richieste di collaborazione e di sostegno manifestate in tutte le sedi opportune e pertanto l’indifferenza e il distacco non possono annoverarsi come atteggiamenti virtuosi per la nostra comunità. Abbiamo coinvolto anche il Sindaco e l’assessore allo Sport, chiedendo un “aiuto” affinché si potesse scongiurare il peggio, chiedendo un coinvolgimento allargato di giovani, imprenditori locali ed appassionati di calcio, pur di continuare a mantenere in vita l’unica realtà calcistica presente oggi a Filiano nel più importante palcoscenico Regionale. Nonostante gli incontri avutisi, e la disponibilità manifesta dal primo cittadino Filianese, sono state purtroppo disattese le varie aspettative, che anziché rappresentare una opportunità concreta è divenuta un peso e addirittura snobbata, a dimostrazione che a Filiano il calcio non interessa più di tanto. Quando sfortunatamente vengono ad essere disattese determinate aspettative, diviene complesso dare continuità ad un progetto ampiamente condiviso. Il rammarico è tanto perché ogni azione intrapresa dalla scrivente dirigenza non aveva e non ha secondo fini se non aggregare tanti giovani tramite l’attività calcistica, rendendo vitali quelle dinamiche che contraddistinguono una collettività. Di una cosa possiamo essere certi ed orgogliosi, abbiamo dato l’opportunità a molti ragazzi di Filiano di poter disputare questa categoria “eccellenza”, chi più e chi meno hanno avuto la possibilità di mettersi in mostra su un palcoscenico calcistico più vasto, occasione che in altre società sicuramente non avrebbero avuto. Passiamo ora alla parte più difficile e complicata, quella dei ringraziamenti, è doveroso ringraziare in primis chi purtroppo oggi non c’è più e che ha fatto tanto per questa squadra, il caro Presidente Leonardo Mecca ed il dirigente Giovanni Romaniello, soci fondatori che nonostante i gravi problemi di salute sono stati sempre vicino a noi fino alla fine, “se questo progetto è andato avanti fino ad oggi è stato possibile grazie anche a voi”. Ringraziamo di vero cuore tutti i dirigenti ed i sostenitori, tutti i ragazzi e gli atleti, mister Canio Genovese, ed in particolare mister Fausto La Capra, che in 14 anni di ininterrotta permanenza, è stato il vero traghettatore di questo gruppo dalla prima categoria fino all’eccellenza, i nostri tifosi, tutte le società avversarie, il Comitato Regionale di Basilicata, le forze dell'ordine, tutte le Amministrazioni Comunali che si sono avvicendate in questi 27 anni, gli addetti stampa, tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto. Insomma davvero tutti. Grazie, grazie di vero cuore. E’ arrivato il momento di mettersi da parte, dare spazio ad un nuovo gruppo dirigenziale, per dare corso ad un ciclo fatto di nuovi stimoli e progetti vincenti, che sappia fare altrettanto se non meglio di quanto fatto sinora. Creare un gruppo affiatato di amici che sappia condurre la società verso nuovi e grandi traguardi, dove a trionfare sia sempre e soltanto il divertimento e lo sport sano per i nostri ragazzi. Questo é il nostro appello rivolto a tutti, affinché il progetto Vitalba non giunga al capolinea e che soprattutto, il sole ridente del nostro logo ritorni a splendere sempre più forte nella valle di Vitalba. Grazie a tutti.

Comunicato Ufficiale Usd Vitalba

La Redazione

Leggi altre notizie:VITALBA