Ricorsi: Abriola respinto, Castelsaraceno non ammesso ma con vittoria

Le sentenze del Giudice Sportivo
Le sentenze del Giudice Sportivo

Due ricorsi particolari che hanno preso una diversa piega in Seconda Categoria. Nel B lo Sporting Abriola si é vista respingere il ricorso, nel C il reclamo del Castelsaraceno é stato dichiarato inammissibile ma con cambiamento di risultato in proprio favore.

ABRIOLA - La società valcamastrina non ha "dimostrato" il calciatore, "riconosciuto" come Musillo dal direttore di gara, con la maglia numero 8, non fosse "realmente" quello schierato in campo. Il club abriolano avrebbe dovuto provvedere durante la gara a richiamare l'attenzione dell'arbitro nel confrontare il documento di identità con la persona fisica.

CASTELSARACENO - Il risultato é cambiato perché come vi spiegavamo già mercoledì un calciatore, avente funzioni di parte dell'assistente dell'arbitro, non può subentrare in campo, come da Regolamento del Giuoco del Calcio numero 6. Il ricorso é stato dichiarato invece inammissibile perché tardivo: la raccomandata é datata 12 aprile. Sarebbe dovuta invece arrivare entro i due giorni successivi la gara: quindi il 10. É stato determinante per il 3-0 a tavolino a favore il referto arbitrale dove é stata riportata la sostituzione e il supplemento di rapporto.

Biagio Bianculli